Benvenuto sul nuovo Forum di Informatica generica HwNL.it raggiungibile anche all'indirizzo: SupportoTecnico.net

[KODI] Cos'è Kodi?

Supporto e Guide per KODI e altri Sistemi

Moderatori:Admin, Fabianator

Rispondi
Fabianator
Amministratore
Messaggi:2826
Iscritto il:gio 17 lug 2008, 12:04:56
Contatta:

sab 12 nov 2016, 14:22:54

Immagine

Ognuno di voi avrà creato in casa propria uno spazio personale, un proprio cantuccio, un luogo dove rilassarsi per godersi i contenuti multimediali preferiti. Che si parli di musica o video, un sistema home theatre, grande o piccolo che sia, necessita sì di supporto hardware, ma anche di quello software.

Proprio su quest’ultimo punto si focalizzerà questo focus dedicato a Kodi. Si tratta del tool media center più conosciuto di Internet e amato da chi, anche con poche risorse a disposizione (ma sempre con tanta volontà), è riuscito a costruire un buon set di riproduzione multimediale.

Oggi Kodi è il protagonista della scena della fruizione di contenuti da remoto, grazie anche alla community che lo segue e che lo rende il media center più apprezzato di sempre. In questo focus vedremo cos’è Kodi, da dove arriva e cosa concretamente consente di fare.

Cos'è Kodi?

Kodi (ex-XBMC) è un software gratuito e media player open-source sviluppato dal Kodi Team (ex Fondazione XBMC), un consorzio di tecnologia senza fini di lucro. Kodi, disponibile per più sistemi operativi e piattaforme hardware, consente agli utenti di riprodurre e visualizzare la maggior parte dei video e musica, come ad esempio audio e video podcast da Internet, e tutti i file multimediali digitali comuni direttamente tramite supporti di memorizzazione locali e di rete.

Prodotto originariamente come un’applicazione media center indipendente (homebrew) per la console di gioco Xbox di prima generazione, è stato poi reso disponibile come applicazione nativa per Android, Linux, BSD, Mac OS X, Windows, iOS, Apple TV e Raspberry Pi. Èanche disponibile come versione autonoma denominata XBMC(Kodi)buntu, cioè come sistema operativo a sé stante.

Grazie alla, o forse a causa della, sua natura open source, XBMC ha dato modo nel corso degli anni a molte società di copiare il codice sorgente per implementarlo in sistemi proprietari. Basta fare riferimento a Smart TV, set top box o sistemi TV di strutture alberghiere (per citarne alcuni) per scoprire come c’è chi ha sfruttato un prodotto libero rivendendolo a caro prezzo. In ogni caso, XBMC ha dato origine a una intera famiglia di prodotti: MediaPortal, Plex e Boxee sono tutti partiti dallo stesso codice, anche se poi hanno proseguito il loro sviluppo seguendo strade diverse e originali.

Con la versione 14 il nome di XBMC, ormai obsoleto, cambia e diventa Kodi. A parte il nome però, le caratteristiche rimangono le stesse con modifiche sostanziali, per garantire quella versatilità che lo contraddistingue da tutta la concorrenza. Rispetto al passato poi i sistemi compatti sono molto più silenziosi, economici e poco esigenti in termini di consumi energetici: collocare un piccolo computer a fianco del televisore è più che mai una soluzione realistica e poco costosa. Nel mercato attuale sembra esserci posto per varie soluzioni; come vedremo, i media center (e in particolare Kodi) offrono una flessibilità e un’espandibilità ineguagliabile, ma richiedono molta più dedizione nella configurazione e nell’organizzazione dei contenuti, specialmente nella fase di impostazione iniziale.

Come detto, Kodi può essere installato su un computer già funzionante dotato di sistema operativo (Windows, Linux o OS X); si può oltretutto partire da un hardware vergine, grazie a OS specializzati come KodiBuntu o OpenElec, che integrano in un’unica installazione la distribuzione Linux e l’ambiente Kodi. L’installazione è piuttosto semplice, mentre la configurazione può essere molto più lunga; non tanto perché Kodi richieda impostazioni complesse per funzionare a dovere, quanto perché le opzioni di personalizzazione sono un’infinità, ed è molto probabile che si ritorni più volte sulla configurazione iniziale per modificare qualche dettaglio, aggiungere nuove funzioni o per variarne l’aspetto.
Il motivo è che l’architettura del programma, infatti, è totalmente modulare: come vedremo, si possono scaricare e installare add-on per modificare moltissimi aspetti dell’interfaccia o incrementare la dotazione di funzioni. Per chi fosse alle prime armi, bisogna pensare che il supporto che Kodi fornisce ai file multimediali è quasi illimitato.

In sostanza per le funzioni di base di Kodi consideriamo la riproduzione di tutti i file multimediali direttamente dai CD/DVD inseriti nel lettore DVD integrato nei vari devicei, dall’hard disk, oppure attraverso la lettura di una cartella o di una partizione di Windows condivisa attraverso il sistema Samba (SMB), o via iTunes attraverso il protocollo di trasmissione DAAP. Inoltre, se Kodi rileva il collegamento a Internet, diventa possibile richiedere al database IMDb copertine e recensioni di film, così come al database CDDB i titoli delle tracce di CD audio, la riproduzione di video in streaming e l’ascolto di qualsiasi radio online.

Oltre a questo, i vari script e add-on si popolano anche di: guide TV, previsioni del tempo, orari ferroviari, script per controllare software e hardware PVR (MediaPortal, MythRV, TiVo, Reeplay), browser di stazioni di radio online (ad esempio SHOUTcast), browser di internet TV, client di e-mail, programmi di file sharing P2P (BitTorrent, IRC) e altri. Insomma, ce n’è per tutti i gusti.



Pagina Ufficiale per il Download: Kodi.TV


Grazie ridble.com per la spiegazione


Immagine
www.kodimod.com
Fabianator
Amministratore
Messaggi:2826
Iscritto il:gio 17 lug 2008, 12:04:56
Contatta:

dom 07 mag 2017, 11:15:43

Kodi 17.1

E’ ufficialmente arrivata la versione Kodi 17.1 e verrebbe da dire “finalmente” vista la mole di bug presenti in Kodi 17. 
Kodi Krypton aveva avuto un lungo sviluppo e diverse versioni beta, che avrebbero dovuto limarne i difetti, eppure con il rilascio della versione ufficiale in moltissimi hanno potuto toccare con mano e lamentarsi di diverse criticità.

Questa nuova versione Kodi 17.1 è un minor update, come avrete intuito dalla numerazione. Passando da Kodi 17 alla nuova versione 17.1 sarà davvero arduo accorgersi dalle differenze perché il lavoro su cui si è concentrato il team è stato sopratutto di rifinitura e bug fixing.

Le novità

Moltissime sono le criticità di Kodi 17 sono state sistemate nella nuova versione:
Aggiornate le skin Estuary e Estouchy con alcuni bugfix e miglioramenti
Fixato il salto delle EDL
Fixato il problema delle smartplaylist di canzoni lente
Fixati alcuni problemi alle PVR
Aggiornata l’interfaccia web di Chorus
Migliorata il menù per mappare i tasti della tastiera
Migliorato il supporto allo stick analogico
Milgiorate le performance quando i plugin creano la lista dei contenuti
Fixato il problema con SMB nelle nuove installazioni su Android
Aggiunta la possibilità di disabilitare la vibrazione nelle notifiche

Si consiglia a tutti coloro che utilizzano Kodi 17 di effettuare l’aggiornamento, visti tutti gli importanti miglioramenti e fix che la versione Kodi 17.1 porta in dote. Se siete su piattaforma Android, potete scaricare Kodi 17.1 direttamente dal Play Store o aggiornare semplicemente se avete già la versione precedente.

Molti (come il sottoscritto) trovano però la grafica di questa versione scomoda o poco convincente... farò una breve guida su come mettere la skin di Kodi 16 su quest'ultima versione per godersi a pieno tutti i miglioramenti dalla versione 17.1 senza rinunciare alla semplicità delle versioni precedenti!

In ogni caso, le build per Android di Kodi dalla versione 17 in poi, quindi dall’abbandono di Koying sono drasticamente peggiorate, in attesa che tornino davvero utilizzabili si consiglia di dare una possibilità a SPMC (SPMC che approfondirò in un nuovo topic dedicato!).
Immagine
www.kodimod.com
Fabianator
Amministratore
Messaggi:2826
Iscritto il:gio 17 lug 2008, 12:04:56
Contatta:

gio 15 giu 2017, 18:03:43

Kodi 17.3 Security Patch and Fixes
  • Fixed missing binary add-ons on release time
  • Fixed crash on older distros like Ubuntu 14.04 with GCC 4.8 compiler
Fixes from previous 17.2 release also available in 17.3:
  • Fix selection after channelgroup switching in PVR guide window
  • Fix handling of gaps that caused eradic behaviour in EPG grid
  • Allow backing out of fullscreen pictures by mapping longpress guesture
  • Quick fix for wake up command not being called in PVR power management
  • Use alternative method to check if platform updates have been installed on Windows
  • Set the minimum version in the code which is currently OSX 10.8
  • Fix possible security flaw which could abused .zip files which try to traverse to a parent directory
  • Use the correct ttc font from the video file for subtitles on Windows
  • Detect and delete zero-byte database files which causes crashes
Immagine
www.kodimod.com
Rispondi